• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

L'amore conta conosci un'altro modo per fregar la morte?

Il vuoto...

Vota questo post
Il Vuoto è sempre pieno delle emozioni che non sei stato in grado di sentire;Il Niente è una culla in cui ti piace nasconderti,magari quando qualcuno ti chiede:"Cosa stai pensando?Che ti stà succedendo?"è molto più semplice rispondere "Niente"Ma ti sei mai chiesto in cosa consiste il vuoto che senti nel cuore?hai mai pensato a cosa gli attribuisci per farlo diventare tale? Hai mai osservato quanto potesse essere profondo?Hai mai provato ad ascoltare le sue parole?Ti è mai arrivato il suo messaggio?Sai cosa voleva dirti?:"SONO UN VUOTO-PIENO,GUARDAMI!!FACCIO SEMPRE MENO MALE DI UN BUCO NERO.."
Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di peste1987
    Il Vuoto è sempre pieno delle emozioni che non sei stato in grado di sentire
    Il Niente è una culla in cui ti piace nasconderti
    Ma ti sei mai chiesto in cosa consiste il vuoto che senti nel cuore?
    Sai cosa voleva dirti?:"SONO UN VUOTO-PIENO
    "Pieno di tutte le emozioni che non sei stato in grado di sentire" ....e credi ancora di non sentire.
    E vai cercando di colmare questa voragine, che altro non è che un tunnel senza fine.
    Il vuoto non si può riempire perchè già è pieno. Bisogna solo mettere un po' di ordine al suo interno...

  2. L'avatar di Anymore89
    "e credi ancora di non sentire.
    E vai cercando di colmare questa voragine, che altro non è che un tunnel senza fine."

    Sì..a volte è come se si spegnesse tutto...e non trovi più niente a cui aggrapparti...l'apatia ti travolge e solo la rabbia può risvegliarti..ma quella fà ancora più male,per questo a volte si preferisce soffocare queste forti emozioni..colmandole con apparenti attimi di falsa pienezza..(Più lo stomaco si riempie e più il cuore si svuota fino a frantumarsi in mille pezzi)

    "Bisogna solo mettere un po' di ordine al suo interno" ehm si è vero..e pensare che a me non è mai piaciuto fare le pulizie..avrei voluto che tutto già fosse al suo posto,ma se avessi un'aspirapolvere risucchierei via tutto e riempirei il vuoto con qualcosa di nuovo.. e con un pò più di speranza...
  3. L'avatar di peste1987
    risucchierei via tutto e riempirei il vuoto con qualcosa di nuovo.. e con un pò più di speranza...
    E amore. Perchè alla fin fine è quello che manca.
    L'affetto, l'amore.
    Se in passato non c'è stato, o comunque non abbastanza, lo si va cercando per tutta la vita. E il brutto è che non ti basta mai mai mai. Sei costantemente in volo alla ricerca di un sorriso, di gente che ti ascolta, che ti voglia bene. E inizi a migrare da un cuore all'altro, finendo sempre in mani diverse, con la speranza (la tua stessa) che quella persona potrà riempire (o sistemare?) il vuoto che hai dentro.
    Resta una domanda: sarà così per sempre?

    Il vuoto è incolmabile. Altrimenti non sarebbe vuoto/pieno.
  4. L'avatar di Anymore89
    "Il vuoto è incolmabile. Altrimenti non sarebbe vuoto/pieno"Si giusto,Scusa mi sono contradetta da sola,sono un'pò confusa ultimamente(o forse lo sono dalla nascita)
    E amore. Perchè alla fin fine è quello che manca.
    L'affetto, l'amore.
    Sicuramente c'è una grande mancanza d'amore,ma nel vuoto secondo me c'è dell'altro..quel qualcosa che non riusciamo a sentire..o che non abbiamo potuto esprimere in passato,forse a volte è più comodo(Anche se si soffre lo stesso) rifugiarsi dietro al vuoto piuttosto che capirne le origini,Per esempio tu ti ricordi quand'è che lo hai provato per la prima volta??
    se vai a ripescare questo sentimento nei ricordi ti renderai conto che c'è molto di più in questa mancanza d'affetto,tipo sensi di colpa,rabbia repressa,l'ansia delle aspettative,il dolore dell'abbandono,i sogni distrutti,la paura..
    Sicuramente tutto questo già lo saprai,volevo solo sottolinearne l'importanza..


    "Resta una domanda: sarà così per sempre?"
    Forse un giorno cambierà..ci vorrebbe una persona speciale che ci insegni ad amare,non sò se sia possibbile imparare un'altro tipo di dinamica affettiva?e non sò se c'è nel mondo qualche anima buona disposta ad insegnarcelo?
  5. L'avatar di peste1987
    Sicuramente c'è una grande mancanza d'amore,ma nel vuoto secondo me c'è dell'altro..quel qualcosa che non riusciamo a sentire
    Secondo me è l'ooposto: quel vuoto è pieno di tutte le cose che riusciamo a sentire (sensi di colpa, rabbia repressa, ansia, dolore dell'abbandono, sogni distrutti..)
    Proprio per questo quel vuoto fa così male e paura. Perchè è pieno di emozioni forti, fortissime, che non lasciano tregua.

    Per esempio tu ti ricordi quand'è che lo hai provato per la prima volta??
    Forse la prima volta è quando mi sono accorta di aver bisogno degli altri per essere felice e stare bene. Ma non un bisogno comune, ma un bisogno ESTREMO.
    E poi tutte quelle volte che mi sono sentita sola, abbandonata a me stessa. Piano piano il vuoto si è fatto sempre più grande.
    Da cosa nasce? Dalla solitudine? Boh. Dall'ipersensibilità? Boh. Dalla perdita del mio cagnolino? Boh.
    O forse è colpa degli altri, quegli altri di cui ho tanto bisogno..chiedevo, chiedevo e non ho avuto nessuna risposta.
    Da qui, il vuoto.

    Non lo so. Se lo sapessi sarei già a metà della guarigione.

    ci vorrebbe una persona speciale che ci insegni ad amare
    Fidati che neanche questa ipotetica persona riusciremmo a tenercela stretta fino alla fine.
    Ci si stanca troppo presto, sia delle cose che delle persone....

    Mangi, mastichi e poi sputi.
    E il vuoto è ancora vuoto/pieno.



    P.S. mi piace un mondo parlare con te
  6. L'avatar di Anymore89
    "Secondo me è l'ooposto: quel vuoto è pieno di tutte le cose che riusciamo a sentire"
    Si da un certo punto di vista può essere come dici tu..ma nel mio caso dentro di me ho sentito due tipi di vuoti diversi,Il primo è quello in cui soffri,ti senti sola e abbandonata,hai paura e piangi..il secondo per me è stato conseguente al primo..è caratterizzzato appunto dal non riuscire a sentire le proprie emozioni..che si traducono tutte in una sensazione d'ansia e apatia..molto intense.. in sintesi il secondo vuoto si difende dal primo..è complicato da spiegare..è il classico tipo di vuoto che provano le persone depresse da molti anni..è come se il cuore ti si atrofizzasse..ti senti ansioso e insoddisfatto..ma in quei momenti perdi la consapevolezza delle origini di quel vuoto..e ti sembra di sentir meno dolore..e una sorta di rassegnazione..pericolosa se duratura

    tutte quelle volte che mi sono sentita sola, abbandonata a me stessa. Piano piano il vuoto si è fatto sempre più grande."Da cosa nasce? Dalla solitudine? Boh. Dall'ipersensibilità? Boh. Dalla perdita del mio cagnolino? Boh.O forse è colpa degli altri, quegli altri di cui ho tanto bisogno..chiedevo, chiedevo e non ho avuto nessuna risposta."
    ..é proprio così sono tutte valide motivazioni per sentirsi un vuoto nel cuore,quando hai perso il tuo cagnolino?io avevo un gatttino,lui era tutto per me..mio padre lo ha buttato immezzo alla strada
    poi la cosa più triste per un bambino è non essere ascoltato e capito..questo ti fà sentire in colpevole,non amato e diverso dal resto del mondo,infatti col tempo io ho smesso di chiedere(Non sò se sia un bene o un male)


    "Fidati che neanche questa ipotetica persona riusciremmo a tenercela stretta fino alla fine.
    Ci si stanca troppo presto, sia delle cose che delle persone...."ma ci deve essere qualcosa di più grande dietro questo stancarsi?io mi stanco per paura e perchè mi rendo conto che era stata tutta una mia illusione..i rapporti che vengono corrisposti in teoria dovrebbero durare..

    "Non lo so. Se lo sapessi sarei già a metà della guarigione."
    IO invece credo che tu già sia sulla buona strada...il passo più difficile e prenderne la totale consapevolezza.. una parte di noi già conosce la causa di tutto questo dolore,ce lo comunica con dei segnali..ma anche noi dobbiamo andargli incontro..ma scavarci dentro può essere devastante...perchè non si sà mai cosa potrebbe scatenartisi dentro..la terapia ha molti effetti collaterali..per questo và fatta a piccole dosi

    "Mangi, mastichi e poi sputi.
    E il vuoto è ancora vuoto/pieno."

    Io A volte Riesco a sentire il Vuoto/pieno solo dopo aver mangiando o mentre mangio..è come se riprendessi la consapevolezza e uscissi dal vuoto/apatico

    "P.S. mi piace un mondo parlare con te"
    anche a me,mi fà sentire meno Marziana!! perchè ci capiamo..pensa senza neanche conoscerci di persona..è strano..ma bello!

Privacy Policy