• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

L'amore conta conosci un'altro modo per fregar la morte?

ma dove sei finito?

Vota questo post
Mille domande mi assalgono,ma non trovano alcuna soluzione;Anche se non ho avuto mai il privilegio di conoscerti veramente per colpa della mia poca fede,mi piacerebbe davvero poter capire fino in fondo il valore della tua grandezza ma la mia razionalità me lo impedisce,non riesco a pensare che tu possa essere onnipresente sempre in ogni luogo e circostanza,se ci penso mi domando come fai a startene immobile come uno spettatore a guardare tante persone che soffrono,tu che potresti alleviare le loro ferite risanando i loro cuori infranti,perché non li aiuti a rinascere,forse lo fai per mettere alla prova la loro forza interiore e per insegnargli ad affrontare i problemi contando solo su se stessi e fidandosi del tuo amore infinito, forse è vero che ognuno di noi ha un compito su questa terra,ma quello che ancora non capisco e in che modo posso scoprire da sola quale sia lo scopo della mia esistenza,ho paura di non essere in grado di trovare la mia strada se tu potessi illuminare con la tua luce il mio cammino io sarei disposta a seguire le tue orme ovunque anche se sarà un viaggio pieno di insidie,perdite e delusioni,avrei solo bisogno di riuscire ad ascoltarti senza avere paura di quello che provo,vorrei che mi insegnassi a vivere intensamente anche i più grandi dolori della mia vita, non so perché a volte ho smesso di credere che ci fosse qualcuno nel cielo al di sopra di ogni cosa,purtroppo ho dubitato molto spesso della tua presenza,però in realtà non ho mai completamente perso le speranze di riuscire a sentire i tuoi messaggi ,infatti ti sto scrivendo perché ieri ho ascoltato il tuo richiamo,non so dove ho trovato il coraggio di farlo, ma per la prima volta sono andata a messa da sola,è stato molto difficile perché questo per me significa chiederti aiuto e quindi riconoscere di non farcela e rendermene conto mi fa stare ancora più male,infatti a messa stavo soffrendo perché mi sentivo incolpa per tutti i miei soliti peccati e per non riuscire a godermi pienamente la vita che mi hai donato,ma in quel momento ho cominciato a sentire i battiti del mio cuore che aumentavano alle parole del sacerdote che inondavano il mio cuore di commozione cercavo di trattenere le lacrime non riuscivo a capire se fosse una conclusione positiva trovarmi presa da queste profonde emozioni negative però ho pensato che volessi comunicarmi di lasciarmi andare,per tutto il tempo cercavo i tuoi occhi volevo poter vedere il tuo sguardo per captare la tua anima un tempo la mia fede era intensa e autentica grazie a qualcuno che si fidava ciecamente di te fino alla fine dei suoi giorni non ha mai perso le speranze,ma le maree del destino me l’anno portata via.

Updated 05-01-2009 at 15.46.02 by Anymore89

Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy