• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Linea di confine

Punto della situa

Vota questo post
Facciamo il punto della situazione.

Quasi un anno che seguo costantemente (o quasi) le sedute.
Ci sono stati momenti belli, momenti brutti, momenti in cui pensavo di non ritornarci più, momenti in cui la rabbia era talmente forte che non ce l'ho fatta e l'ho mostrata davanti a loro, anche non volendolo...è uscita; altri momenti che ho passato a scrivere, scrivere, scrivere....sapendo che poi almeno loro mi avrebbero letto; mi avrebbero ascoltata, e forse anche capita. Momenti di pazzie...alcune fatte, altre soltanto pensate e poi messe da parte; momenti in cui mi sono presentata là in uno stato pietoso. Momenti in cui entravo in quella stanza con il corpo, lasciando fuori la testa. Momenti in cui mi sentivo forte e credevo di farcela da sola. Altrettanti momenti in cui pensavo che soltanto loro due avrebbero potuto aiutarmi. Momenti in cui mi lasciavo andare, momenti in cui riprendevo il controllo. Momenti in cui le lacrime sono uscite a fiumi...ma anche momenti in cui abbiamo riso insieme.

Tutti questi attimi, uno dopo l'altro, mi hanno permesso di capire me stessa, e in fondo, un pochino crescere.

Una volta su di un forum qualcuno ha scritto: "la psicoterapia va al contrario della normale vita comune: quando ci si ritrova, ci si capisce e ci si affeziona, è tempo di lasciarsi. E’ spietata come regola ma è cosi’.
E' da quando l'ho letto che mi chiedo se sia davvero così...


-------------------------------------

"E adesso siamo occhi negli occhi
e non serve a niente parlare
ho la mappa di tutti i tuoi nei,
io la potrei disegnare...

Io ti cercherò negli occhi delle donne
che nel mondo incontrerò
e dentro quegli sguardi mi ricorderò di noi..."
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy